Il brand che lascia il segno

Una borsa non è un semplice contenitore di oggetti. É parte integrante della tua immagine, dice molto di te. Chi meglio di una donna può comprendere le tue esigenze? Affidati alla creatività e al gusto di Elisabetta Armellin per raccontarti e vivere ogni giorno con originalità ed eleganza. Già tantissime donne hanno scelto le nostre borse ed i nostri prodotti, non è un caso che le V73 bags siano tra le più vendute degli ultimi 30 anni. Tutte le collezioni sono disegnate da Elisabetta, stilista talentuosa, che con coraggio e determinazione promuove l’italianità e la moda consapevole. Basta guardare i prodotti per cogliere l’eccellenza e la creatività del design tipicamente italiano. 

2.jpg

Design, texture, stile inconfondibili

1.jpg

Dai tessuti e i materiali alle trame fino ai piccoli dettagli che impreziosiscono le borse, i portafogli e gli altri accessori. V73 si ispira e si rivolge alle donne dinamiche che si dividono ogni giorni tra mille impegni: lavoro, figli, sport ed altre passioni. I nostri modelli non presentano soltanto un design ricercato e mai banale ma sono anche capienti, pratici e duraturi grazie ai tessuti utilizzati. Zaini, borse a tracolla, shopping bags (inserire link) per affrontare con stile la quotidianità e borse mini (link a mini bag) e borse a mano (inserire link) per le occasioni speciali. L’inconfondibile stile italiano apprezzato in tutto il mondo, la qualità dei prodotti, la ricerca e lo sviluppo di nuovi materiali rispettosi della natura sono i tratti distintivi di V73. 

Un consiglio?

Un consiglio? Dai subito uno sguardo alla nostra nuova collezione e completa i tuoi outfit con borse ed accessori ideati da una donna per le donne. Acquista in totale sicurezza sul nostro sito e attendi comodamente la consegna all’indirizzo che hai indicato. Se preferisci toccare con mano i nostri prodotti concediti un’esperienza unica negli stores V73 in Italia o all’estero. Lasciati coccolare e guidare dal nostro staff che saprà indicarti il miglior accessorio per te.
3.jpg